Valutazione Previsionale Acustica

Acustica edilizia

L’analisi previsionale di impatto acustico viene richiesta in base all’articolo 8 della legge quadro sull’inquinamento acustico n.447/95, la relazione conclude uno studio che analizzi e preveda l’effetto del suono generato da un’attività o infrastruttura sul territorio circostante.

La legge quadro nazionale comunque specifica che il Comune eserciti le funzioni amministrative relative al controllo sull’osservanza delle disposizioni contro l’inquinamento acustico, di fatto obbliga i Comuni a verificare che tutte le attività potenziali fonte di rumore abbiano una relazione tecnica di impatto acustico ambientale (VIAA) e che la perizia contenga quanto richiesto dalle leggi vigenti in materia: DM 16/03/98 Allegati B e D, ecc.

Di fatto questa relazione previsionale di impatto viene richiesta per il rilascio della concessione edilizia di nuovi impianti e infrastrutture produttive, sportive e ricreative e per postazioni di servizi commerciali polifunzionali.
Viene chiesta anche al momento delle domande di licenza o di autorizzazione all’esercizio di attività produttive e ricreative o al momento del cambio di gestore o all’ampliamento delle stesse. E’ un documento ufficiale che tutela tutte le figure in gioco (il titolare dell’attività, il comune e i vicini dell’attività stessa).

La relazione deve essere redatta da un tecnico competente in acustica ambientale riconosciuto da una Regione Italiana ed ora iscritto all’elenco speciale del Ministero dell’Ambiente.

La valutazione previsionale si svolge esegunedo delle misure fonimatriche atte a verificare il valore del rumore di fondo e poi con un software previsionale, tenedo conto delle diverse variabili si ottiene l’impatto acustico potenziale.

AcusticAmbiente ha a disposizione il software previsionale CadnaA che implementa la norma ISO 9613-2.

I Nostri Lavori